Statuto

 

I SOCI

 

ART. 9 - CATEGORIE DI SOCI

L'Ente si compone di:
1) Soci Ordinari;
2) Soci Aggregati;
Tutti i Soci hanno uguale diritto di voto.

 

ART. 10 - SOCI ORDINARI

I Soci Ordinari sono i laureati italiani o stranieri in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Ortopedia e Traumatologia che si dedicano in particolare allo studio ed al trattamento delle varie forme di patologia della Caviglia e del Piede, come dipendenti o liberi professionisti, presso strutture sanitarie pubbliche e/o private.
Sono altresì Soci Ordinari i laureati in Medicina e Chirurgia non ortopedici e traumatologi che dedicano la loro attività al perseguimento degli scopi indicati di cui all'articolo 4 del presente Statuto.
I candidati a Socio Ordinario devono presentare domanda di ammissione secondo le norme previste dal Regolamento.
L'ammissione alla SICP come Socio Ordinario è valutata dal Consiglio Direttivo, verificate le credenziali del richiedente.
L'Assemblea dei Soci delibera sull'ammissione dei nuovi soci ordinari.

 

ART. 11 - SOCI AGGREGATI

I Soci Aggregati sono i laureati in Medicina e Chirurgia, iscritti ad una Scuola di Specializzazione, italiana o straniera riconosciuta, di Ortopedia e Traumatologia e inerente a discipline che operano nel contesto dell'Ortopedia e Traumatologia, che si dedicano in particolare allo studio ed al trattamento delle varie forme di patologia della Caviglia e del Piede.
I candidati a Socio Aggregato devono presentare domanda di ammissione secondo le norme previste dal Regolamento.
L'ammissione alla SICP come Socio Aggregato è valutata dal Consiglio Direttivo, verificate le credenziali del richiedente.
L'Assemblea dei Soci delibera sull'ammissione dei nuovi soci aggregati.

 

ART. 12 - PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO

L'adesione all'Associazione è a tempo indeterminato.
Perde la qualifica di Socio:
a) chi presenta domanda scritta di dimissioni mediante lettera raccomandata. La dichiarazione di recesso deve essere comunicata al Presidente con raccomandata ed ha effetto allo scadere dell'anno in corso purché pervenuta almeno due mesi prima.
b) chi su decisione del Collegio dei Probiviri e con deliberazione del Consiglio Direttivo, è espulso dall'Associazione.
L'espulsione si verifica in caso:
- di constatata violazione delle norme statutarie o regolamentari o delle deliberazioni degli organi dell'Associazione;
- per aver tenuto una condotta in contrasto con i fini che si prefigge l'Associazione.
Il Consiglio Direttivo informa l'Assemblea alla prima riunione utile del provvedimento di espulsione, secondo le modalità stabilite dal Regolamento.
c) per decadenza.
La decadenza si verifica in caso di:
- condanna definitiva ad una pena che comporti, anche temporaneamente, interdizione dai pubblici uffici;
- dichiarazione di interdizione o inabilitazione;
- ometta di pagare la quota Associativa secondo quanto stabilito dal Regolamento.
I Soci decaduti per morosità potranno essere nuovamente ammessi purché regolarizzino il pagamento della/e quota/e Associativa/e non versata/e secondo le modalità previste nel Regolamento.
d) per morte della persona fisica.
I Soci che abbiano perso la relativa qualifica non possono ripetere le somme a qualsiasi titolo versate né possono vantare alcun diritto sul patrimonio dell'Associazione.

 

ART. 13 - DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

I Soci partecipano alla vita dell'Associazione tenendo un comportamento conforme alle finalità della stessa.
La qualità di Socio comporta l'accettazione, senza riserve, del presente Statuto, del Regolamento e del Codice Etico della Associazione.
La qualità di Socio comporta il possesso dei requisiti previsti nello Statuto, che saranno esaminati dal Consiglio Direttivo al ricevimento della richiesta dell'iscrizione.
I Soci Ordinari e Aggregati hanno diritto di partecipare alle riunioni dell'Assemblea, di presentare proposte e di essere eventualmente nominati alle cariche Sociali.
I Soci Ordinari e Aggregati hanno diritto di voto in seno all'Assemblea, anche per l'approvazione e le modificazioni dello Statuto e per la nomina degli Organi Direttivi dell'Associazione.
I Soci Ordinari e Aggregati sono tenuti al pagamento della quota Associativa annua nella misura e con le modalità proposte dal Consiglio Direttivo e disciplinate nel Regolamento.
Le cariche sociali da chiunque ricoperte non prevedono alcun tipo di remunerazione economica, diretta o indiretta.
Chiunque ricopra una carica sociale o assume un incarico in un organismo della Società deve attestare l'assenza di condanne, con sentenza definitiva, a reati relativi all'attività della Società.